Noleggio: +39 031791963  Indicazioni stradali
  Noleggio con riscatto: +39 328 0632588

Revisioni ministeriali

L’officina della Burgio Carri esegue le revisioni ministeriali su tutti i tipi di veicoli, con il relativo rilascio dell’etichetta da applicare alla carta di circolazione.

Perchè rivolgersi alla Burgio Carri?

Perchè la presenza di un’officina qualificata e dell’area gommista permette di correggere eventuali difettosità che comprometterebbero il risultato della prova. A differenza quindi di un centro revisioni classico, compresa nel prezzo offriamo una verifica approfondita pre-prova, che garantisce il successo della revisione. Il vostro veicolo è in buone mani con Burgio Carri.

Il termine per il controllo dei veicoli non è fisso, ma varia in base alla data in cui è stato immatricolato il veicolo e alla sua tipologia o destinazione d’uso, e l’intervallo di tempo può andare da quattro anni a un anno.

In linea generale, la revisione può avvenire ogni quattro anni dopo la prima immatricolazione; successivamente dopo due anni dall’ultima revisione mentre i veicoli soggetti a categorie particolari dovranno farla con scadenza annuale.

Andiamo ora ad analizzare nel dettaglio i singoli casi.

Revisione e categorie di veicoli

In caso di autovetture, autocaravan, motocicli, ciclomotori, autoveicoli adibiti al trasporto di cose o a uso speciale di massa complessiva non superiore alle 3,5 T, la prima revisione bisogna svolgerla tassativamente dopo quattro anni dalla prima immatricolazione ed entro lo stesso mese in cui fu rilasciata la carta di circolazione.

In questo caso, quindi, è estremamente facile fare il calcolo della scadenza della revisione auto perché basta leggere la data sul libretto.

I controlli successivi devono essere effettuati invece con cadenza biennale e sempre entro il mese corrispondente a quello in cui è stata effettuata l’ultima revisione.

È importante ricordare che, passati i primi 4 anni e quindi effettuata la prima revisione, non vale più la data del rilascio della carta di circolazione ma si dovrà sempre fare riferimento alla data dell’ultima revisione superata con esito positivo.

Tutte queste scadenze sono valide non solo per le auto, ma anche per moto, scooter, camper, furgoni, camion e rimorchi non superiori a 3,5 tonnellate. Per questi ultimi, e per i veicoli con più di 9 posti (minibus, autobus) o ambulanze e pullman la revisione è annuale.

Per riassumere, e per maggiore chiarezza in materia di revisione auto scadenza e tolleranza ACI, abbiamo quattro categorie di revisione a seconda del mezzo:

Revisione periodica: è obbligatoria per gli autoveicoli con massa minore o uguale a 3.5 tonnellate. Le scadenze sono quelle di 4 anni dopo la prima immatricolazione e di 2 anni per le successive revisioni.

Revisione annuale: prevista per gli autoveicoli con massa maggiore a 3.5 tonnellate (indipendentemente dal loro uso), per i taxi, per gli autobus, le autoambulanze ed i veicoli a noleggio con conducente.

Revisione biennale: è obbligatoria per gli autoveicoli d’epoca o di interesse storico e per tutta la categoria di veicoli atipici.

Revisione straordinaria: si tratta di un controllo straordinario che può essere richiesto dall’Ufficio Dipartimento dei Trasporti Terrestri in seguito ad un incidente. La segnalazione è a cura della Polizia che accerta l’atto.